Siamo la nuova sede dei Match di Improvvisazione Teatrale®

Raggiunto l’accordo che proietta Trieste nella galassia dei Match di Improvvisazione®

Trieste-Siena agosto 2018 – Il sospirato accordo tra la scuola di Improvvisazione Teatrale di Trieste Improvvisamente e la Rete Match® che per l’Italia è rappresentata da Francesco Burroni è giunto ed è stato suggellato per l’annuncio con una foto scattata dalla mascotte dell’associazione Vittoria (che ha davvero un nome proprio adatto all’occasione). Subito dopo la pubblicazione la notizia è diventata virale in Rete e alla gioia degli allievi della scuola triestina, si è aggiunta quella di tanti amici di tutt’Italia.

Cosa significa per la sede di Trieste? Tante belle cose: per prima cosa poter organizzare i Match di Improvvisazione Teatrale®, che da tanti anni stanno riscuotendo un grande successo di pubblico (dal 1989 in Italia e dal 1977 nel mondo) e che avvicinano molte persone al magico mondo del teatro. Poi fare parte di una grande famiglia che è impossibile descrivere, ma che potete trovare ottimamente rappresentata nel sito ufficiale della Rete Match: www.matchdimprovvisazioneteatrale.it. Poter accedere ai cantieri e raduni della Rete Match (i più noti sono quelli di Reggio Emilia in inverno e quello di Follonica in estate). Poter collaborare con gli insegnanti, i professionisti e gli amatori e tutti gli allievi dei primi anni d’Italia.

La sigla al contratto apposta dalla Presidente Silvia Maggio congiuntamente con Francesco Burroni, e che lei già ha soprannominato “il patto del succo di mela” in onore della bevanda sorseggiata per il brindisi, apre nel migliore dei modi la stagione 2018/2019 che ad inizio settembre vedrà svolgersi il ImproBora 1° raduno di Improvvisazione Teatrale a Trieste dal 7 al 9 con 3 bravissimi insegnanti (Antonio Vulpio, Gila Manetti e Andrea Mitri) e la partenza del 1° Impro Festival di Trieste (8, 22 settembre e 27 ottobre). In quest’ultima data adesso possiamo dirlo…. il primo Match di Improvvisazione Teatrale® della stagione a Trieste!!!

Risultati immagini per match di improvvisazione teatrale

Uno splendido anno d’improvvisazione con voi

Si sono conclusi domenica 27 maggio 2018, con i saggi del primo e secondo anno, i corsi dell’Associazione IMPROVVISAmente presso il Teatro di San Giovanni.

Due anni di improvvisazione teatrale: ecco il risultato

L’associazione, che ha portato nel 2016 gli spettacoli d’improvvisazione a Trieste in vari format – a settembre/ottobre 2017 con una prima rassegna di short-form e a seguire tra aprile/maggio 2018 Mefisto, i dannati dell’Improvvisazione – ha organizzato due corsi di improvvisazione (primo e secondo anno) presso la sede dell’associazione Arteffetto.

Il primo anno ha portato sul palco 14 improvvisatori che hanno debuttato diretti da Daniele Ferrari, loro maestro durante l’anno, con un sacco di idee geniale e una pioggia di risate del pubblico.

Il secondo anno è stato diretto da Max Caiti, in puro stile mefistofelico ma non troppo, ha trovato in tutti i modi a mettere gli 8 attori in difficoltà.

Gruppo Improvvisamente primo e secondo anno

La collaborazione

La serata dei saggi è stata organizzata a scopo benefico e l’incasso è stato devoluto ai clown dottori della Compagnia dell’Arpa a 10 Corde che ci hanno aiutato anche con la sala. La collaborazione nasce da una profonda ammirazione per il loro lavoro grazie alla conoscenza diretta con alcuni di loro e speriamo sia la prima di una lunga serie. La compagnia è associata al GAU – Gruppo di Azione Umanitaria.

I nostri amici della Compagnia dell’Arpa a 10 corde

Ma non finisce qui

E per chi si è perso il saggio, non c’è da disperare. Le improvvisazioni non finiscono qui. Da settembre torniamo al Teatro di San Giovanni con tre date di improvvisazione per portarvi ancora tante novità del mondo Impro. Ma probabilmente qualche occasione per vederci ci sarà già questa estate, stiamo lavorando per voi.

Seguiteci su Facebook per non perdervi nulla!

ImproBora: aperte le iscrizioni per i seminari con Mitri, Manetti e Vulpio

Annunciati i seminari di ImproBora 2018

Sono confermati e pronti ad accogliere le iscrizioni i 3 seminari che si terranno durante ImproBora 2018, il primo Raduno di Improvvisazione Teatrale organizzato dalla nostra associazione a Trieste.

Andrea Mitri, triestino trapiantato a Firenze, torna nella sua città per tenere un corso a vocazione long-form, ma utilissimo anche chi voglia approfondire strutture e cambi scena che tornano utilissimi anche durante le short-form. Il seminario è rivolto a chi ha alle spalle (o sulle spalle) almeno 2 anni di corsi di improvvisazione. La capienza è di 18 partecipanti (con un minimo 12).

Glia Manetti, attrice molto conosciuta e spesso a Trieste assieme a Mitri, accoglierà tutti quelli che sono ai primi anno con l’improvvisazione, ma che hanno un cuore (ipse dixit).  La capienza è di 20 partecipanti (con un minimo 12).

Antonio Vulpio, da Faenza, ma milanese di provenienza, improvvisatore apprezzatissimo e richiestissimo in tutta Italia, terrà un seminario molto divertente sul sabotaggio. La capienza è di 16 partecipanti (con un minimo 12).

A questo link puoi trovare il  Programma ImproBora 2018 dei corsi, di tutte le altre attività (sono possibili ancora delle piccole modifiche alle attività extra workshop) e i costi (anche per eventuali accompagnatori). Chi volesse sin d’ora garantirsi un posto, può (azi DEVE) già iscriversi seguendo il link oppure compliando la scheda qui sotto.

ImproBora inizia a soffiare ….

Saggi di fine anno 2017-2018

Domenica 27 maggio 2018 a partire dalle 18:30 nella ormai consueta sede del Teatro di San Giovanni, in via San Cilino 99 a Trieste si terrà l’atteso saggio di fine anno del corso di Improvvisazione Teatrale.

Non si tratta di un saggio di bravura… ma di un vero e proprio spettacolo! Inizieranno gli allievi del primo anno, sotto la guida di Daniele Ferrari con una serie di scene improvvisate in base ai suggerimenti del publico. A seguire saliranno sul palco gli allievi che completano la formazione biennale che conduce, previa promozione da parte dei maestri, all’agognato titolo di Amatore. La regia dello spettacolo del secondo anno è affidata al “maestro” Max Caiti che ha seguito il gruppo durante tutto l’anno. Entrambi i gruppi hanno avuto anche quale insegnante l’ottimo Emanuele Zecchini, recentemente vincitore di una delle disfide di Mefisto a Trieste.

L’ingresso (ad offerta libera) è aperto a tutti gli associati e ai loro parenti e amici. L’incasso della serata, ovvero delle offerte, sarà donato all’associazione senza fini di lucro “Compagnia dell’arpa a dieci corde“. E’ una Compagnia di clown-dottori, nata nell’ottobre 2002 che promuove la cultura-clown come strumento educativo, pedagogico e terapeutico. I clown-dottori, al termine di corsi di formazione specifici, svolgono il loro servizio presso ospedali, case di riposo, comunità, missioni estere e ovunque regni uno stato di disagio e di bisogno; in particolare operano in maniera continuativa presso l’Ospedale Burlo Garofolo, il Consultorio Pediatrico del Distretto n.4 dell’ASUITrieste, la Casa Protetta Emmaus, la pediatria di S.Maria degli Angeli di Pordenone e collabora a varie iniziative con Enti Locali, il Comune di Caneva, l’AGMEN e altri Enti, Istituzioni, Associazioni, Fondazioni, Case di Riposo, Parrocchie, Scuole sia a Trieste che in regione.

Gli allievi di Improvvisamente sono elettrizzati e carichi di energia. Ora non resta che venire a teatro per gustarsi lo spettacolo…. ma ricorda di eseguire un po’ di riscaldamento al viso per non rischiare di avere dei crampi dovuto alle risate!

Sarà una grande festa dell’improvvisazione… come mancare?

Grande successo per Mefisto a Trieste

Si conclude con una serata piena di emozioni e risate la prima edizione di Trieste Mefisto Challenge

In una cornice di pubblico entusiasta si è svolta l’ultima disfida di Mefisto con 6 attori a contendersi il Paradiso. Nella Disfida Bianca i vincitori sono stati due: per la giuria in sala (10 spettatori estratti casualmente) ha trionfato l’anima azzurra, impersonata da Gianni Cioffi da Varese, mentre la votazione popolare all’uscita dal teatro ha ncoronato l’anima verde, ovvero Martino Miccoli da Reggio Emilia.

attori sul palco
gli attori della Disfida Bianca

Particolarmente apprezzate dal pubblico le improvvisazioni che hanno coinvolto lingue diverse (dall’italiano al gramelot dal triestino a degli improbabili dialetti bisiaco e friulano), situazioni imprevedibili con finali horror e tantissime varianti dirette in modo divertente e sadico da Mefisto, interpretato da un Daniele Ferrari in forma smagliante, coaudivati dall’ineffabile Caronte, ruolo ormai indissolubilmente legato a Max Toffoli (unico attore sempre presente sul palco durante la rassegna).

Ora l’appuntamento è per il saggio di fine anno per tutti gli allievi del primo e secondo anno, domenica 27 maggio 2018 a partire dalle 18:30 presso il Teatro di San Giovanni, in via San Cilino 99 a Trieste. L’ingresso (ad offerta libera) è aperto a tutti gli associati e ai loro parenti e amici. Sarà una grande festa dell’improvvisazione… come mancare?